Tag: Gestalt

Le materie insegnate nel triennio di formazione

Il programma del corso triennale in Counseling di Collage è molto variegato e le materie sono proposte da docenti esperti e competenti, per la maggior parte counselor, provenienti da background culturali anche diversi, per garantire agli allievi un ventaglio di esperienze, visioni, opportunità.

Continua a leggere

Mi presento
Sono counselor a orientamento bioenergetico, life coach e formatrice. Supervisor Trainer Counselor AssoCounseling.

In COLLAGE
Sono Responsabile e Direttore Didattico con Alessandra Di Minno. Ho alcune giornate di docenze in ogni annualità, conduco i laboratori di esperienza corporea e la formazione in Enneagramma, oltre a un gruppo di supervisione.

La mia attività oggi…
Propongo sessioni individuali di counseling, di coaching e di crescita personale e sessioni di counseling di coppia e familiare. Conduco seminari di gruppo su consapevolezza corporea, enneagramma, costellazioni biogestaltiche.
Sull’enneagramma in particolare propongo seminari e corsi anche online.

… e in passato
Sono laureata in Filosofia e per 25 anni ho lavorato come giornalista professionista, esperta di comunicazione, viaggi e benessere, in diverse redazioni di quotidiani e periodici e poi come free lance. Ho pubblicato, da sola e con altri, alcuni libri su temi di benessere, comunicazione, costume, viaggio e ho collaborato con diverse case editrici come traduttrice e curatrice di testi di psicologia e di narrativa.

Cosa so fare …e mi piace
Amo la vita in tutte le sue espressioni… e avendo sempre avuto molta energia, anche oggi – a 64 anni compiuti – sento la voglia e la capacità di rimettermi in gioco e di lanciarmi in nuove avventure.
E accanto a me oggi non ho solo fidati amici a quattro zampe come quelli che mi hanno seguito negli anni e come me resistono agli assalti dell’età… ma una famiglia umana, con due meravigliosi gemelli dodicenni che mi fanno da specchio e una compagna con la quale riesco incredibilmente a condividere tutto.

Esplorare universi
Viaggiare è sempre stata una mia grande passione… e ho avuto la fortuna di viaggiare tanto, soprattutto in Africa: mi è rimasta nel cuore, a cominciare dai paesaggi infiniti e silenti del Sahara. Fare la giornalista mi ha permesso di soddisfare le mie curiosità, di incontrare persone e conoscere realtà molto diverse, offrendomi l’occasione per sperimentarmi nelle relazioni più varie.
Così, il passaggio dai viaggi in giro per il mondo a quelli nell’intimo delle persone è stato naturale: e mi sento molto fortunata perché nella vita ho potuto sempre esplorare universi e lavorare facendo quello che mi piaceva e mi gratificava, godendo della ricchezza delle esperienze che la mia professione di volta in volta mi permetteva.

Che cosa vorrei
Amo da sempre “fare rete”: mettere insieme persone, creare contenitori in cui condividere esperienze, portare nel mondo testimonianza di ciò in cui credo e che ritengo valore.
Per questo ho creato Collage con un gruppo di persone che hanno la mia stessa visione: per contribuire, insieme, a creare comunità e cultura. E diffondere il counseling come modo di essere e stare in relazione con sé e con gli altri.

Alessandra Callegari
Studio Collage, Via Pasquale Fornari 46, 20146 Milano
Tel. 339 5324006
Email: alecallalecall@gmail.cominfo@counseling-bioenergetica.itcallegari@collagecounseling.it
Sito web: www.counseling-bioenergetica.it

Per una visione integrata dell’essere umano

Il counseling a indirizzo bioenergetico-gestaltico integrato di Collage è volto ad accompagnare il cliente, sia esso individuo, coppia o gruppo, in percorsi evolutivi e trasformativi, anche in concomitanza di fasi o eventi critici, mantenendo il focus sul tempo presente, potenziando la consapevolezza cognitiva/emotiva/corporea, sperimentando nell’esperienza del qui e ora nuovi modi di essere, accompagnando processi comunicativi efficaci che usino il linguaggio della parola e del corpo, favorendo l’espressione autentica di sé, lasciando andare inibizioni e condizionamenti e valorizzando le risorse personali e relazionali.

Continua a leggere

Gestalt


La Gestalt è un approccio di psicoterapia fondato da Fritz Perls (1893-1970), parzialmente ispirato alla omonima scuola di psicologia, alla fenomenologia e alla teoria del campo, che considera importante l’intera esperienza di vita di una persona: fisica, psicologica, intellettuale, emotiva, relazionale e spirituale. L’accento è posto sul qui e ora della relazione e sulla consapevolezza di quanto avviene nel presente, nella continua interrelazione tra organismo e ambiente.

Continua a leggere

Fritz Perls

Fondatore della Terapia della Gestalt

Friedrich Salomon Perls, più noto come Fritz Perls (Berlino, 8 luglio 1893 – Chicago, 14 maggio 1970), psichiatra e psicoterapeuta, è stato allievo di Kurt Goldstein, Karen Horney e Wilhelm Reich, con il quale condivide l’interesse per il corpo. Trasferitosi nel 1934, all’avvanto del nazismo, a Johannesburg in Sudafrica, vi fonda l’anno dopo l’Istituto Sudafricano di Psicoanalisi. Qui comincia a elaborare le sue critiche alla psicanalisi freudiana, che svilupperà poi nel suo primo libro L’io, la fame e l’aggressività.

Nel 1946 Fritz Perls si trasferisce negli Stati Uniti e cominica a collaborare con Isadore Fromm, Paul Weisz (che lo introduce allo Zen), Elliot Shapiro, Sylvester Eastman, Paul Goodman e Ralf Hefferline: con questi ultimi due pubblica nel 1951 Terapia della Gestalt: eccitamento e accrescimento nella personalità umana, testo di riferimento della psicologia gestaltica.

Sempre con Goodman e con la moglie Laura apre tra il 1952 e il 1954 diversi centri Gestalt, per poi intraprendere una serie di peregrinazioni che lo portano ad avvicinarsi alla cosiddetta scuola californiana, oltre che in Israele e in Giappone. Nella seconda metà degli anni Sessanta conduce a Esalen, in California, alcuni seminari di grande richiamo, avvicinandosi ad autori come Gregory Bateson, Alexander Lowen, Eric Berne, Abraham Maslow, Aldous Huxley e altri e avendo come allievi, tra gli altri, Claudio Naranjo.

Tra le tematiche centrali della Gestalt – che dell’omonima Psicologia della Forma accoglie e rielabora la tematica della figura/sfondo e la teoria del campo – vanno sottolineate la centralità del “qui e ora”, che privilegia la dimensione del presente rispetto al passato nell’indagine clinica e nella terapia, e dell’interazione tra individuo e ambiente; la consapevolezza come premessa alla capacità di autoregolazione dell’organismo; la valorizzazione degli aspetti di realtà e la relazione autentica fra terapeuta e paziente, con l’idea guida di un rapporto terapeutico creativo che rispetta la singolarità di ogni essere umano.

******

Bibliografia

Tutti i principali testi di Fritz Perls sono stati tradotti in italiano. Eccoli in ordine cronologico di pubblicazione in lingua originale.

L’io, la fame e l’aggressività, Franco Angeli, Milano 1995,  traduzione di Mario Polito e Maria Clelia Fabris da Ego, Hunter and Agression: A Revision of Freud’s Theory and Method, George Allen & Unwin, Londra 1947 (1969);

–, Paul Hefferline, Paul Goodman,  Teoria e pratica della terapia della Gestalt – Vitalità e accrescimento nella personalità umana, Astrolabio, Roma 1997,  traduzione di Jean Sanders e Fernando Liuzzi da Gestalt Theory. Excitement and growth in the human personality, The Julian Press, New York 1951;

La terapia Gestaltica parola per parola, Astrolabio, Roma 1991, traduzione di Bernardo Draghi da Gestalt Therapy Verbatim, Real People Press, Moab, Utah, 1969;

Qui e Ora, Psicoterapia autobiografica, Sovera, Roma 1991,  traduzione di Layla Sabri da In and Out the Garbage Pail, Real People Press, Moab, Utah, 1969;

L’approccio della Gestalt. Testimone oculare della terapia, Astrolabio, Roma 1977,  traduzione di Jean Sanders da The Gestalt Approach & Eye Witness to Therapy, Science and Behaviour Books, New York 1973

Un grande esploratore dell’Enneagramma

Nato in Cile nel 1932, Claudio Naranjo ha studiato medicina, musica e filosofia. Dopo un training presso l’Istituto cileno di Psicoanalisi con Ignacio Matte Blanco, ha insegnato psicologia all’Università del Cile e ha diretto il Centro Studi di Antropologia Medica.

Trasferitosi negli Stati Uniti, è stato fin dai primi tempi nello staff dell’Esalen Institute, dove è diventato uno dei successori di Fritz Perls. Più tardi il suo pellegrinaggio esistenziale lo ha portato a contatto con vari maestri spirituali tra cui Swami Muktananda, Idries Shah, Oscar Ichazo, Suleyman Dede, Sua Santità il XIV Karmapa e soprattutto Tarthang Tulku Rinpoche.

Ha insegnato religioni comparate al California Institute of Asian Studies, psicologia umanistica alla University of California di Santa Cruz, meditazione al Nyingma Institute a Berkeley, California, ed è il fondatore del SAT Institute, una scuola di psicologia e spiritualità integrate, che propone in tutto il mondo, e anche in Italia, un percorso di crescita personale e spirituale basato sulla Gestalt,  l’Enneagramma, la meditazione, il movimento corporeo.

Considerato uno dei pionieri dello Human Potential Movement, la sua introduzione dell’idea di Quarta Via in psicoterapia, ripresa da Gurdjieff, è un esempio del suo lavoro d’integrazione tra psicoterapia e tradizioni spirituali. Si è battuto per la creazione di una “nuova educazione”, ovvero per portare nelle scuole il suo messaggio per una nuova coscienza.

È mancato il 12 luglio del 2019 a Berkeley, dove viveva. E fino all’ultimo ha tenuto workshop, ha scritto libri (compresa la sua autobiografia, Ascenso e descenso de la montana sagrada), ha continuato nella sua missione di portare nel mondo una maggiore consapevolezza.

******

Bibliografia

naranjo okClaudio Naranjo ha pubblicato numerosissimi saggi, tra i quali, tradotti in italiano:

Carattere e nevrosi, l’enneagramma dei tipi psicologici, Astrolabio, Roma 1998, traduzione di Cristiana Carbone da Character and Neurosis, an integrative view, Gateways 1994 (in spagnolo Caracter y Neurosis, La Llave 1996)

La via del silenzio e la via delle parole. Portare la meditazione nella psicoterapia, Astrolabio, Roma 1999, traduzione di Elisabetta Valdré da The way of silence and the way of words. Bringing meditation into psychotherapy, 1999 (ripubblicato come The Way of Silence and the Talking Cure: On Meditation and Psychotherapy, Blue Dolphin Publishing 2006; in spagnolo Entre meditación y psicoterapia, La Llave 1999)

Gli enneatipi nella psicoterapia – I tipi dell’enneagramma nella vita, nella letteratura e nella pratica clinica, Astrolabio, Roma 1997, traduzione di Gianpaolo Fiorentini da Transformation through Insight – Enneatypes in Life, Literature and Clinical Practice, Hohm Press, 1997 (in spagnolo Autoconocimiento Transformador, los eneatipos en la vida, la literatura y la clínica, La Llave 1999)

Atteggiamento e prassi della terapia gestaltica, Melusina 1991, a cura di Francesco Cerquetelli, traduzione di Marina Giuseppini da Gestalt Therapy – The Attitude and Practice of an Atheoretical Experientialism, Gateways Books 1993 e Crown House 2000, (in spagnolo La Vieja y Novísima Gestalt – Actitud y Práctica, Editorial Cuatro Vientos 1990)

Teoria della Tecnica Gestalt, Melusina 1989, a cura di Francesco Cerquetelli, traduzione di Marina Giuseppini da The Techniques of Gestalt Therapy, Gateways Books 1993

La civiltà, un male curabile, Franco Angeli, Milano 2007, traduzione di Ilaria Faccioli, tratto in parte da The End of Patriarchy and the Dawning of a Tri-une Society, Amber Lotus 1994 (in spagnolo La Agonía del Patriarcado, Kairós 1994)

Cambiare l’educazione per cambiare il mondo. Per una educazione salvifica, Forum Editrice Universitaria, Udine 2006, traduzioni di Antonella Riem, Angelo Contarino, Barbara Giacometti, tratto in parte da Cambiar la educacion para cambiar el mundo, La Llave 2004.

Per una Gestalt viva, Astrolabio, Roma 2009, traduzione di Ilaria Faccioli e Alessandra Callegari da Por una Gestalt viva, La Llave 2007.

L’Ego Patriarcale. Trasformare l’educazione per rinascere dalla crisi costruendo una società sana, a cura di Alessandra Callegari, traduzione di Davide Miccione, Urra Apogeo, Milano 2009, in spagnolo La mente patriarcal, La Llave 2007.

Amore coscienza psicoterapia, traduzione e note di Alessandra Callegari, Xenia, Milano 2011, da Cosas que vengo diciendo, Editorial Kier 2006.

Esperienze di trasformazione con l’enneagramma. Un’analisi dei sottotipi, a cura di Maria Grazia Cecchini e Alessandra Callegari, Astrolabio, Roma 2015, da 27 personajes en cerca del ser: experiencia de transformation a la luz del eneagrama, La Llave 2012,

La rivoluzione che stavamo aspettando, Terra Nuova 2014, traduzione di Davide Miccione da La revoluciòn que esperabamos, La Llave 2014

Ayahuasca, il rampicante del fiume celeste, Spazio interiore 2014, traduzione da Ayahuasca, La enredadera del río celestial, La Llave 2012.

– Viaggio di guarigione. Il potenziale curativo della terapia psichedelica, Spazio interiore 2016, traduzione da El Viaje interior, La Llave 2013

  • 1
  • 2
Collage Counseling
Seguici
AssoCounseling

AssoCounseling è la nostra associazione di categoria di riferimento a norma della Legge 4/2013

Collage Counseling di ASSOCIAZIONE COLLAGE |
sede legale: via Fornari 46 - 20146 Milano MI / P.I. 10476070965 / C.F. 97826270155 |
info@collagecounseling.it - collagecounseling@pec.it
©Tutti i diritti riservati

Cookie policy | Privacy Policy
Made with love by Gdmtech